Sacrosante Verità :D

January 18, 2009 20:17 Tychondriax Add a comment
Fun, Techno-scabies

Un uomo sta volando su di una mongolfiera quando capisce di essersi perso. Fa in modo di scendere di quota finché non riesce ad arrivare a portata di voce di un tale a terra: “Mi scusi, puo dirmi dove mi trovo?”. E il tizio da basso gli risponde: “Ma certo! Sei su di un pallone ad aria calda ad una decina di metri dal terreno”. “Ma che lei lavora nel campo dell’informatica?” fa l’uomo sul pallone. “E’ vero - replica il passante - Ma come fa a saperlo?”. “Beh - dice l’aereostatiere - tutto quello che mi ha detto è tecnicamente ineccepibile, ma assolutamente inutile”. E da basso arriva la risposta: “Invece lei mi sa che è un dirigente d’azienda”. “Giusto - deve ammettere l’uomo in pallone - ma come fa a saperlo?”. “Vede - fa il passante - lei non sa dove si trova, o dove sta andando, ma era convinto che io la potessi aiutare. Lei è nell’identica condizione di prima che ci incontrassimo, ma ora è colpa mia”.

Semplicemente LOL

Lode ai santi del cielo

November 25, 2008 02:06 Tychondriax 1 comment
Life, Sigh, Little Shop of Horrors, Techno-scabies

Arrivare la mattina in laboratorio, belli rilassati, e iniziare a lavorare alla propria tesi con tutta la buona volontà che di solito manca…

Si scrivono una ventina di righe e…

Zot

…Puzza di bruciato…

L’alimentatore del portatile. Di nuovo. Per la terza volta.

Niente panico.

Si prende un bel respiro e…


Dedicato al mio R4006

October 13, 2008 13:56 Tychondriax Add a comment
Life, Introspective, Sigh, Techno-scabies

Un computer di un ragazzino…
… sarà limitato a una vita di solo messenger e giochi “più fighi” del momento, sarà sforzato fino all’estremo, e lui stesso si sforzerà di fare del suo meglio, ma alla fine qualcosa lo porterà improvvisamente in coma… un surriscaldamento del processore, o della scheda video; forse potrebbe essere ancora recuperabile, ma il ragazzino non lo sa, non lo sanno nemmeno i suoi genitori… e con uno sbuffo e uno sbotto il computer sarà rimpiazzato e dimenticato.

happy-mac.jpgUn computer di un impiegato…
… forse sarà quello che avrà la vita più lunga di tutti gli altri, anzi si può supporre durerà quasi in eterno: ma la sua sarà una vita grigia, senza alcuno svago, senza “emozioni”, vissuta tra un foglio di calcolo e una lettera ancora da stampare. Forse ogni tanto un virus preso accidentalmente, ma una visita dal tecnico-dottore lo riporterà subito in sesto per fargli proseguire la sua grigia esistenza.

Un computer di un designer…
… che bella vita inizialmente: è un pc figo, se la può tirare con gli altri suoi pari, il suo padrone lo terrà sempre perfettamente conservato e gli farà creare le cose più belle del mondo… Ma poi il tempo passa, il pc inizia a diventare brutto agli occhi del padrone, c’è un nuovo maledetto modello più figo di lui. E anche se funziona ancora perfettamente, si ritroverà ben presto o nel dimenticatoio o nelle mani di qualcun’altro che non lo apprezzerà mai quanto il suo vecchio padrone…

Ma il computer di un informatico…
… il computer di un informatico avrà la vita più travagliata di tutti gli altri: verrà sfruttato in ogni sua singola risorsa, verrà strapazzato, verrà potenziato se necessario; addirittura alle volte sarà lo stesso informatico a procurargli dolore per metterlo alla prova. E nonostante esso possa odiare il suo padrone, e il padrone odiare lui, presto tra i due si instaurerà un rapporto di perfetta collaborazione: il computer difficilmente abbandonerà il padrone nel momento del bisogno, e il padrone riuscirà quasi sempre a badare da solo a qualsiasi problema del pc, e a rimetterlo in sesto nel modo giusto.
Un rapporto d’amore e odio, che forse non porterà a far vivere il computer tanto a lungo quanto il suo collega “impiegato”, ma che sicuramente prima o poi porterà rispetto reciproco tra computer e utente… forse non affetto, ma sicuramente rispetto.
E nonostante tutti gli screzi e i grattacapi, il momento del congedo sarà un giorno malinconico per il padrone, anche se probabilmente non lo ammetterà mai.
E forse, sotto sotto, anche il computer proverà dispiacere, ma questo credo che non lo sapremo mai…

Al fortunato che si è preso il mio iPod

April 18, 2008 17:49 Tychondriax 2 comments
Life, Sigh, Techno-scabies

Complimenti, lei ha appena vinto un iPod nano grigio di seconda generazione!

Non nuovissimo, certo, giusto un paio di graffietti, ma comunque ottimamente funzionante e persino con una ricca collezione di brani già integrata!

Le faccio le mie più vivide congratulazioni per la sua “botta di culo”, con la segreta speranza che quel coso possa un dì attirare un fulmine che la faccia secco sul colpo. -_-

MMCSS di merda!!!!

February 7, 2008 14:06 Tychondriax Add a comment
Life, Technology, Techno-scabies

Preambolo: signori, vedete di sistemare in fretta questo problema, perchè a me stanno girando davvero i coglioni… Ho voluto dare fiducia a Windows Vista una seconda volta, e gradirei che questa volta le mie speranze non siano deluse… Spero bene in questo primo service pack, forse fin troppo bene; in ogni caso la spedizione punitiva è già pronta, come potrete facilmente intuire dall’immagine.

Vaselina.jpegTranquilli, non sto affatto impazzendo… MMCSS sta “semplicemente” per MultiMedia Class Scheduler Service. E che cazz’è?

Andiamo un po’ a leggere su wikipedia per capire meglio:

Multimedia Class Scheduler Service (MMCSS) is a Windows service that boosts the CPU as well as I/O priority of a thread. It allows an application to get prioritized access to CPU for time-sensitive processing (such as multimedia applications) as well as prioritized disc access to ensure that the process is not starved off data to process. The MMCSS service monitors the CPU load and dynamically adjusts priority so that the application can use as much of CPU time as possible without denying CPU to lower priority application.[1] MMCSS uses heuristics to determine the relative priority required for the task the thread is performing and dynmaically adjusts priority based on that.[1] A thread must invoke MMCSS explicitly to use its services by calling the AvSetMmMaxThreadCharacteristics()[2] or AvSetMmThreadCharacteristics()[3] APIs.

Tutta robaccia tecnica per voi… detto in parole superpovere, in pratica si tratta di un sotto-processo di windows che ha il compito di gestire le priorità di tutti gli altri processi… Di per sè sembra anche utile, ma il bello viene adesso:

MMCSS is used by the multimedia applications in Windows Vista, including Windows Media Player and Windows Media Center to provide glitch-free audio playback.

“Glitch-free audio playback”? Ossia riproduzione audio libera da disturbi? Oh, questa è bella! Com’è che windows xp non ha mai avuto bisogno di qualcosa del genere? Vabbè, ma è comunque qualcosa in più, andrà meglio il tutto, giusto?”

No.

Non va meglio per niente.

Anzi, uno schifo.

Ho reinstallato i driver della scheda audio almeno una decina di volte, prima di capire che i fastidiosissimi scatti durante la riproduzione di musica non dipendevano da loro, ma anzi erano generati proprio da questo cavolo di sistema del menga, che invece avrebbe il compito correggere problemi del genere. Rimanendo offline la cosa è anche sopportabile, ma non appena apro un programma qualsiasi che sfrutta la connessione ad internet… apriti cielo! L’MMCSS ovviamente cosa fa? “La rete è più grossa, la rete è più figa, diamo tutta la priorità alla rete!”. E via che si inizia di musica a singhiozzo come non se n’è mai sentita neanche ai karaoke delle fiere di paese! Scrivendo su messenger poi non ne parliamo, il problema si accentua ancora di più.

Per un attimo ho anche stoltamente pensato: “beh, ma se il problema sta tutto in questo MMCSS del piffero… togliamolo di mezzo! Così tutto funzionerà come andava ai tempi di XP. Giusto?

No. X_X

I processi iniziano a prendersi a cazzotti peggio dei nostri politici quando c’è da votare per tenere o meno il governo, e nessuno ha la meglio. L’audio diventa in compenso un simpatico rutto, un’altra parola per descrivere meglio quell’accozzaglia di rumori non la trovo.

Quindi alla fine l’MMCSS serve davvero. A Vista.
Perchè prima non si aveva la necessità di una scappatoia del genere? Com’è che XP era in grado di gestire l’esecuzione contemporanea di iTunes, Media Player, uTorrent e Messenger senza fare in minimo click?
Misteri, a cui probabilmente mai troveremo risposta (mi sento un po’ Roberto Giacobbo).
Ma della risposta in fin dei conti non me ne frega un cazzo.
Basta che questo rognoso problema sia risolto. Al più presto. Altrimenti. bye bye Vista e bentornato figliuol prodigo XP, risparmiando pure sul vitello grasso :P .

Misc

banner_rettangolo_180x150.png

condannapapa200ek8.jpg

Ultimi Brani

lastfm

Calendar

  • December 2018
    SunMonTueWedThuFriSat
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031 

Contents

Admin area

Petizioni

Antigentiloni