Diario di bordo, parte terza

August 12, 2009 10:06 Tychondriax Add a comment
Life, Around the world

Si prosegue…

—————

Interrail, 10 agosto
17.05, viaggio da Copenhagen a Colonia
Lo so, ho saltato un giorno. Ieri non ho avuto molto tempo per mettermi a scrivere… Siamo onesti, non avevo nemmeno troppa voglia: ho fatto con mio cugino Peter e mia zia un giretto a Malmoe, ma sinceramente mi aspettavo qualcosa in più. Non che non sia una bella città, assolutamente: è pulitissima, quasi più di Copenhagen, e anche più ‘nuova’, forse troppo. Per chiunque fosse lì solo per fare un po’ di shopping e per comprare qualche stupidata era perfetta, non a caso era piena di italiani. Forse, anzi quasi certamente, è stata anche mia la colpa di non averle dedicato molto tempo, ma non ho percepito la stessa atmosfera e lo stesso desiderio di scoperta che sono arrivati quasi istantaneamente nelle mie altre mete. Credo comunque che in futuro, avendo più tempo, le darò una seconda possibilità.
Lo spettacolo di sabato sera, quello sì che è stato davvero esaltante invece: figure danzanti illuminate da luci colorate, che sembravano camminare sull’acqua grazie ai piccoli sottomarini sottostanti, con tanto di gruppo di archi che suonava dal vivo da sopra un’altra zattera. Il tutto condito poeticamente con una gustosa bottiglia di Tuborg sorseggiata sul molo :P (Ho sempre sottovalutato queste birre, ma rimane comunque il dubbio che quelle vendute in Italia siano di qualità inferiore).
Ma ora sono in viaggio, la mia sessione danese è già terminata, e mancano solo due giorni al termine di questa esperienza stupenda. In più ogni volta che vado in Danimarca ci lascio un tocco di cuore ogni volta più grande, e non è per il luogo, ma per le persone, per la loro mentalità aperta, la loro perpetua disponibilità, e soprattutto la loro fiducia nel prossimo equiparabile solo alla nostra diffidenza. Forse non sono ancora al punto di volermi trasferire definitivamente là, ma mi chiedo comunque se riusciremo mai ad essere così anche noi… Io ci spero fortemente, è una mentalità che mi piace e sto cercando di farla mia passo passo. Se mai dovesse essere destino invece che qui rimanga tutto com’è, il desiderio di aprire la porta e tuffarmi fuori potrebbe diventare impossibile da trattenere…

Interrail, 11 agosto
11.10, Colonia
531! Dio bono, 531 scalini, e tutti in un fiato!* Questa l’altezza della torre principale del Duomo di Colonia… Però ne è valsa assolutamente la pena, la vista della città da lì in alto è mozzafiato, e poi vuoi mettere la goduria di sorridere durante la discesa a tutti quelli che stan salendo e dir loro ’sì sì, manca poco, manca poco’ anche se non sono nemmeno a metà?
Bastardaggini o meno, ora sono sudato come una mortadella, e fuori ha dannatamente iniziato a piovere, per cui sarà meglio farmi un doccia veloce e mettermi qualcosa di asciutto prima di concludere questa vacanza con una bella polmonite…

16.51
Ok, questa città è ufficialmente riuscita a farmi regredire ad un’età mentale di 6 anni…
Dopo una rapida doccetta, non potevo fare a meno di andare a vedere uno dei principali motivi per cui ho voluto fermarmi qui… Il museo della cioccolata!
È inutile che lo dica, sarò diventato diabetico a furia di sbavare davanti alle vetrinette e a intrufolarmi agli assaggi gratuiti… Mai visita però fu più istruttiva :D !
Pensavo successivamente di essermi salvato dalla totale regressione, ma ahimè mi sbagliavo: dietro all’angolo stava infatti un’altra pericolosa insidia: un negozio esclusivamente LEGO. Ora, so benissimo che ai Lego avrei dovuto pensarci in Danimarca, e che molto probabilmente sono anche un po’ cresciutello… Ma tutta la mia infanzia mi è passata davanti agli occhi in un nanosecondo, non potevo ASSOLUTAMENTE esimermi dall’entrare. Purtroppo mi è stato confermato per l’ennesima volta un pensiero ricorrente, ossia che i miei mattoncini preferiti ormai non sono più quelli di una volta: quando prima per creare qualcosa che sembrasse anche minimamente realistico dovevi unire centinaia e centinaia di pezzettini tutti molto simili, ora pezzi enormi e specifici ti risolvono tutte le rogne, togliendo però anche tutto il divertimento. ‘Sti maledetti giovani d’oggi…
Va bon, cerchiamo di ridarci un po’ di contegno e di tornare alla parte storica della città, che merita assolutamente.

———

* ho scoperto solo dopo che c’era anche una specie di ascensore, ma forse era disattivato o non aperto ai clienti, in ogni caso per amor dell’avventura credo avrei scelto ugualmente le scale… E non chiedetemi perché!

Misc

banner_rettangolo_180x150.png

condannapapa200ek8.jpg

Ultimi Brani

lastfm

Calendar

  • August 2018
    SunMonTueWedThuFriSat
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031 

Contents

Admin area

Petizioni

Antigentiloni