Progetto ‘Clay’

October 22, 2008 16:16 Tychondriax 1 comment
Life, Technology

clay.jpg

Un’idea venuta per caso? Forse…

Realizzabile? Ancora non lo so…

Però…

Dedicato al mio R4006

October 13, 2008 13:56 Tychondriax Add a comment
Life, Introspective, Sigh, Techno-scabies

Un computer di un ragazzino…
… sarà limitato a una vita di solo messenger e giochi “più fighi” del momento, sarà sforzato fino all’estremo, e lui stesso si sforzerà di fare del suo meglio, ma alla fine qualcosa lo porterà improvvisamente in coma… un surriscaldamento del processore, o della scheda video; forse potrebbe essere ancora recuperabile, ma il ragazzino non lo sa, non lo sanno nemmeno i suoi genitori… e con uno sbuffo e uno sbotto il computer sarà rimpiazzato e dimenticato.

happy-mac.jpgUn computer di un impiegato…
… forse sarà quello che avrà la vita più lunga di tutti gli altri, anzi si può supporre durerà quasi in eterno: ma la sua sarà una vita grigia, senza alcuno svago, senza “emozioni”, vissuta tra un foglio di calcolo e una lettera ancora da stampare. Forse ogni tanto un virus preso accidentalmente, ma una visita dal tecnico-dottore lo riporterà subito in sesto per fargli proseguire la sua grigia esistenza.

Un computer di un designer…
… che bella vita inizialmente: è un pc figo, se la può tirare con gli altri suoi pari, il suo padrone lo terrà sempre perfettamente conservato e gli farà creare le cose più belle del mondo… Ma poi il tempo passa, il pc inizia a diventare brutto agli occhi del padrone, c’è un nuovo maledetto modello più figo di lui. E anche se funziona ancora perfettamente, si ritroverà ben presto o nel dimenticatoio o nelle mani di qualcun’altro che non lo apprezzerà mai quanto il suo vecchio padrone…

Ma il computer di un informatico…
… il computer di un informatico avrà la vita più travagliata di tutti gli altri: verrà sfruttato in ogni sua singola risorsa, verrà strapazzato, verrà potenziato se necessario; addirittura alle volte sarà lo stesso informatico a procurargli dolore per metterlo alla prova. E nonostante esso possa odiare il suo padrone, e il padrone odiare lui, presto tra i due si instaurerà un rapporto di perfetta collaborazione: il computer difficilmente abbandonerà il padrone nel momento del bisogno, e il padrone riuscirà quasi sempre a badare da solo a qualsiasi problema del pc, e a rimetterlo in sesto nel modo giusto.
Un rapporto d’amore e odio, che forse non porterà a far vivere il computer tanto a lungo quanto il suo collega “impiegato”, ma che sicuramente prima o poi porterà rispetto reciproco tra computer e utente… forse non affetto, ma sicuramente rispetto.
E nonostante tutti gli screzi e i grattacapi, il momento del congedo sarà un giorno malinconico per il padrone, anche se probabilmente non lo ammetterà mai.
E forse, sotto sotto, anche il computer proverà dispiacere, ma questo credo che non lo sapremo mai…

Keep whining, man…

October 3, 2008 20:56 Tychondriax 1 comment
Life, Sigh, Provincia e dintorni

Sinceramente.

“Eh, ma non si può sempre tutto questo ritardo, eh!”

Con tutto il cuore.

“Sempre così con voi, sarebbe stato molto meglio se fossi andato in macchina!”

Ma davvero.

“Uè, giovinòtt, cosa si fa la mattina, si dorme anziché guidare?”

Avete rotto i coglioni.

Lagnarvi. Lagnarvi. Lagnarvi. E ancora lagnarvi. Non sapete fare altro.
10 minuti di ritardo, ed è il vostro banchetto: avete finalmente un buon motivo per sfogare le vostre frustrazioni accumulate nel corso della settimana, poco importa se lo fate con chi non c’entra un tubo.
E a scanso di fraintendimenti: no, non sono un autista di pullman. Sono un fottutissimo viaggiatore come voi, che però prima di iniziare a buttare parole al vento per il puro gusto di farlo riflette sempre.
Riuscite almeno una volta a guardare alla radice del problema? Che FORSE se il pullman arriva in ritardo non è colpa degli autisti? Che FORSE i ritardi avvengono per delle cose che - oh perbacco! - si chiamano CAUSE ESTERNE?

No, ovviamente. L’autista è colui che vi trovate davanti per primo, quindi è lui che deve pagare.
“Il pullman non funzionava più, sono troppo vecchi”. No, è colpa tua.
“C’era uno stramaledetto camion che occupava la strada”. No, è sempre colpa tua.

E la cosa assurda è che davvero preferite usare ogni giorno la macchina, e continuare ad alimentare il simpatico circolo vizioso…
Quale circolo vizioso?
Facciamo un rapido calcolo.
Un pullman contiene fino a circa 35 persone sedute. Tralasciamo tra tutte quelle che ahimè devono stare in piedi. Tralasciamo anche il fatto che ognuna di queste persone pagherebbe per il suo viaggio meno che per ogni suo tragitto in macchina, tralasciamo pure.
Queste 35 persone però, al grido di “il pullman fa schifo”, preferiscono tutte andare in macchina al lavoro. E qui arriva la cosa simpatica: nella mia macchina ci vado solo io.
Esatto, non esiste un minimo di organizzazione, nemmeno se si va nello stesso posto: ognuno preferisce guidare da solo la sua relativamente piccola autovettura, e può essere anche giusto, per carità: non ci si conosce, non ci si può fidare mica di tutti.

Peccato per un piccolo particolare.
35 persone -> 35 piccole autovetture.
Ora, per quanto grosso e ingombrante sia un pullman, difficilmente occupa più spazio di 3 auto… se vogliamo esagerare, un autosnodato equivale 7 auto, toh (ovviamente non consideriamo il fatto che un autosnodato contiene il doppio della gente).

Signori, come la mettiamo? Le stesse persone che starebbero in un decimo dello spazio che invece ogni mattina amano occupare.
Che strana cosa.
Però a quanto pare preferite così.
Poi però la mattina c’è il traffico.
Troppe auto.
E il pullman è grosso e non sguiscia via bene, come invece fanno quelli in moto che ogni volta fanno il pelo a dei frontali che li ridurrebbero ad omogeneizzati (ma questo è un altro discorso).
E venendo rallentato dalle altre auto, arriva in ritardo.
Tanto ritardo.
E di chi è la colpa?

“Ovvio, dell’autista.”

Ah, beh…

Misc

banner_rettangolo_180x150.png

condannapapa200ek8.jpg

Ultimi Brani

lastfm

Calendar

  • October 2008
    SunMonTueWedThuFriSat
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031 

Contents

Admin area

Petizioni

Antigentiloni